banca del tempo
iscriviti alla newsletter
Ciao a tutti!

 

Vi mando questo scritto come invito per una riflessione concreta che si terrà tra tutti gli interessati a co-creare un luogo nei dintorni di Torino che ci dia la possibilità di fare un passo concreto verso un Nuovo Mondo.

 

Avevo accennato diverse volte di questo desiderio di molte persone e abbiamo quindi deciso di fare due primi passi concreti.

 

Il primo e' incontrarci fisicamente e, contestualmente, di aprire una mailing list su yahoo dove tenerci in contatto e scambiare idee.

 

Questo luogo non e' ancora definito, potrebbe essere qualcosa che va da un agriturismo di piccole dimensioni fino ad un borgo intero. Essendo una co-creazione il tipo di luogo dipenderà da quante persone intenderanno collaborare, da quali e quante risorse saranno messe a disposizione, dalla disponibilità delle istituzioni ed eventuali privati a sostenere il progetto, dalle idee creative che confluiranno, dalla seria intenzione e dalla ferma volontà e, non per ultimo, dal luogo della Madre Terra che ci accoglierà.

 

LE FONDAMENTA

Di seguito vi elenco alcuni punti fondamentali di questo progetto affinché possiate constatare il vostro grado di interesse:

 

  • Un luogo che sia a contatto con la natura, ma agevolmente raggiungibile dalla città (cioè evitando posti in luoghi troppo impervi).

  • Un luogo che abbia la disponibilità di avere una sala da lavoro (per seminari, corsi, meditazioni ecc) , almeno due piccoli appartamenti (tipo monolocale), posti letto per ospiti (in stanze singole o comuni), una cucina per fare ristorazione e la possibilità di tenere animali (in particolare cavalli). A seconda delle dimensioni potrebbero essere aggiunti: sala lounge/tea room, bio bar equo-solidale, saune, idromassaggi, locali benessere, negozio biologico, orto biologico, sala bimbi, sale laboratori vari, giardino zen, erboristeria, sale per operatori olistici ecc

  • Un posto che non sia collegato ad alcuna tradizione, maestri o insegnamenti particolari, ma che dia a tutti la libertà di frequentare in rispetto alle personali credenze, sentieri di conoscenza e pratiche per il benessere psicofisico. Sostanzialmente che dia la sensazione di essere gestito da “spiriti liberi” cercando di usare un linguaggio più universale possibile. Cercare di avere le maggiori opportunità che in questo luogo possano incontrarsi, operare e lavorare tutte le persone che hanno scelto di realizzare un'attività lavorativa più vicina alla natura e all'essere umano. Quindi potrebbero esserci spazi per cuochi, camerieri, responsabili delle attività (istruttori equestri, attività didattiche, organizzazione, direzione, ecc..), manutentori, giardinieri, operatori olistici ecc

  • Che il posto venga vissuto come una comunione co-creativa tra le persone in modo tale da dare un esempio, e praticando allo stesso tempo, l'essere Uno in rispetto delle proprie diversità ed originalità. La sfida sarà quella di creare un senso di insieme pur mantenendo il rispetto dei necessari spazi personali.Ricordandoci che bellezza, felicità, prosperità e salute nascono dall'armonia e dall'equilibrio con sé stessi, con gli esseri umani, gli animali e tutta la vita.

  • Oltre a tutte le attività di tipo pratico e materiale (ristorazione, agricoltura, attività varie, ecc) questo luogo dovrebbe cercare di proporre un percorso di crescita interiore più universale possibile. Da un lato proponendo conferenze, corsi, seminari, meditazioni, che siano più universali possibili, dall'altro prevedere la possibilità di ospitare anche percorsi spirituali di diverse tradizioni della Terra. Tutto questo tendendo a trasformare il percorso di crescita interiore proposto verso un uso sempre più frequente di discipline universali come l'arte , la creatività, la musica, la danza, il contatto con gli animali, con la natura, con sé stessi e con gli altri.

  • Dipenderà dal luogo, dalla predisposizione del fabbricato, dalle leggi locali e dai fondi disponibili, ma sarebbe importante puntare il più possibile sull'uso delle energie rinnovabili e su gli eco-impianti.

     

I principi generali e fondamentali di questo progetto potrebbero essere sostanzialmente:

  • fare ogni cosa con consapevolezza e amore;

  • essere per primi l'esempio di ciò che vorremmo che gli altri siano;

  • agire sapendo che ognuno ha un potere co-creativo che interagisce con il potere co-creativo degli altri, creando una realtà nel presente ed essendone pienamente responsabili;

  • comunicare cuore a cuore, cioè direttamente e con gentilezza. La comunicazione aperta, la condivisione e la cooperazione dovrebbero essere la base comune;

  • ricordare che, al di là di ogni insegnamento spirituale o conoscenza esoterica, la Via che ha un Cuore che porta all'essenza dell'essere umano passa attraverso la gioia, la creatività, l'armonia, la saggezza, la libertà, l'abbondanza, l'introspezione e il benessere.


COSA PUOI FARE?

Tutto questo è un punto di partenza, lo sviluppo dipenderà da quanti si troveranno in risonanza con questo progetto e sceglieranno di mettere questo sogno in azione. Quindi i primi passi per concretizzare tutto ciò sono:


  1. incontrarci e condividere le nostre visioni, dichiarare le nostre intenzioni e quali risorse possiamo offrire;

  2. raccogliere via e-mail tutte le idee, le proposte e le offerte di collaborazione di qualunque interessato. In particolare avremo bisogno anche di persone che ci aiutino con alcune consulenze utili sin da ora: commercialista, avvocato, impiantisti (idraulici, elettrici, ecc..), periti agrari, esperti in energie rinnovabili, geometri, ingegneri. Ci sarebbe molto utile sapere se qualcuno ha delle conoscenze tra le istituzioni che in qualche modo potrebbero aiutarci. Naturalmente avremo bisogno di chiunque abbia del tempo da dedicare alla ricerca dei potenziali luoghi (ricerca, sopralluogo e raccolta di informazioni).

  3. appena individuati dei possibili luoghi e un minimo di risorse (economiche ed umane) reincontrarci per dare vita ad un progetto dettagliato e specifico;

  4. una volta scelto il luogo creare un coordinamento di gestione che possa adempiere a tutte le formalità necessarie e all'avvio organizzativo.

 

 

SE NON ORA, QUANDO? SE NON TU, CHI?

Il primo incontro e' previsto per martedì 7 dicembre a Rivoli (TO) presso la Pizzeria Trattoria "1000 MIGLIA" in Corso Susa 101 dalle 18.30 in poi.Abbiamo pensato di trovarci da quest'ora fino alle 22 c.a. in modo da dare la possibilità alle persone di venire prima e/o durante e/o dopo cena. Per questo primo incontro abbiamo pensato a questa modalità informale tanto per conoscerci e parlare assieme anche se non tutti saranno presenti contemporaneamente. Se nel frattempo qualcuno avesse già delle idee o proporre delle collaborazioni può iscriversi al gruppo creato appositamente per questo progetto a questo indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. (il nome di questa mailing list e' solo indicativo e non vincola al nome che prenderà il luogo del nostro progetto). Grazie per la vostra attenzione e per la vostra scelta di essere parte del cambiamento del Nuovo Mondo.. ..grazie di cuore a tutti coloro che sceglieranno di mettere una “prima pietra” nel fondare e sperimentare sin da ora quelle che potrebbero essere le nuove città-villaggio della futura Nuova Umanità!


Un abbraccio fraterno

stefano senni

 

 

 
Copyright © 2011 CoAbitare. Tutti i diritti riservati.